La nocciola tonda gentile


In Piemonte si coltiva Corylus avellana della specifica cultivar Tonda Gentile Trilobata, della famiglia delle Betulaceae. Il nome del deriva dal greco κορις = elmo, da notare che l'epiteto deriva da Avella "Avellino", città in cui è semprestata presente fin dall'epoca romana. La produzione di questo si concentrano in Piemonte sopratutto nelle province di Cuneo, Asti e Alessandria dove trova le condizioni perfette.


Gli aggettivi che formano il nome Tonda Gentile sono giustificati dalle caratteristiche della nostra nocciola:


Tonda, deriva dalla sfericità del seme;


Gentile, deriva dalle suo eccellente aroma dopo la tostatura.


Queste caratteristiche uniche della nocciola tonda gentile piemontese sono date dal particolare territorio in cui sono coltivate (da un altitudine che va dai 400 ai 600 metri sul livello del mare) e dal tipo di terreno.


Non per altro la nocciola prodotta in Piemonte e particolarmente in Alta Langa, regione collinare del sud, dove risiedono e coltivano i nostri soci è estremamente apprezzata dei consumatori.